Il risparmio energetico ed economico si nasconde ovunque, basta solo osservare correttamente, anche nella semplice stampa di un documento.
Oggi vi segnalo Ecofont un font che vi permetterà di risparmiare sull’inchiosto, un’idea semplice, ma geniale.
Grazie ad esso è possibile risparmiare fino al 20% sull’inchiostro della stampante, rispettando la natura.
Ecofont è un font gratuito rilasciato liberamente dalla Spranq.
Si installa come qualsiasi font e dà il meglio di sé con dimensioni minime.

Puoi scaricarlo qui
[ad#468×60]
di Sebina Pulvirenti su Ecofont
Ecofont non è altro che un font “con i buchi”. L’interno di ogni carattere non è omogeneamente colorato, ma contiene degli spazi bianchi. Se la dimensione del carattere è quella standard (9-12 pixel) non ti accorgi nemmeno della differenza con un font “normale”. Ti sembrerà solo che il testo stampato sia un po’ più pallido.

Ecofont si basa su un altro font open source: è quindi gratuito e usabile liberamente da chiunque. Facile da installare e da usare, funziona su tutti i sistemi operativi e si installa con la procedura tradizionale: basta copiarlo nella cartella Fonts di Windows. Quando vorrai usarlo basterà selezionare “Spranq eco sans” dal menu dei font. I migliori risultati si ottengono con le stampanti laser.

Certo, per i documenti ufficiali di un certo rilievo forse Ecofont non è indicatissimo. Dà un po’ l’impressione che la stampa non sia di ottima qualità. Ma per i documenti di uso quotidiano, gli appunti, le liste personali e via dicendo Ecofont è perfetto. Usato costantemente alla lunga ti permette di risparmiare sensibilmente sui costi di mantenimento della tua stampante: fino al 20% di inchiostro. Non so tu, ma io da oggi lo userò di sicuro.

Ecofont, risparmiare fino al 20% del colore stampante